Sab02032024

Ultimo aggiornamentoVen, 16 Feb 2024 9am

Bari perde anche a Crotone e i tifosi abbandonano lo stadio

E' la terza sconfitta consecutiva per il Bari e i tifosi non ci stanno ad assistere ancora a questo cliché negativo. Lo avevano già detto chiaramente la scorsa settimana fuori dallo stadio San Nicola e lo hanno ripetuto questo pomeriggio a Crotone dove il Bari è stato sconfitto da tre gol dei padroni di casa. Il Bari scende sempre più pericolosamente verso la coda della classifica e 400 tifosi baresi che avevano seguito la squadra in Calabria hanno preferito abbandonare lo stadio già sul 2 a 0. Hanno preferito non assistere più a quello strazio: meglio andare via e dare un altro segnale eloquente al presidente Paparesta e alla squadra che non è più tempo di indugiare ma di cambiare tutto e subito. D'altra parte dopo il primo gol dei padroni di casa (Ciano al 20') il Bari è riuscito a creare una sola vera occasione per andare a rete. Prima che Ciano esibisse la sua bravura, invece, il Bari era andato vicino al gol con Caputo. Poi per i baresi non c'è stato niente altro da segnalare in questa partita tutta da dimenticare. 

Ovviamente, salvo ulteriori indecisioni, si procederà con il cambio di allenatore. Devis Mangia ha deluso i tifosi baresi ma anche la società. Paparesta domenica scorsa lo aveva graziato assegnandogli un'ultima chance ma oggi a Crotone è stato inesorabilmente consumato quell'atto di fiducia. Mangia non ha scusanti.

“Siamo partiti bene, sfiorando il gol con Caputo, ma ogni volta che gli avversari si affacciano nella nostra area prendiamo gol - ha dichiarato a fine partita Devis Mangia. E’ impossibile subire gol e non riuscire a reagire. Oggi sono deluso sia dal gioco che dal risultato".

Mangia è consapevole che potrebbe già tra qualche ora essere sollevato dall'incarico: "Nello spogliatoio non c’è un bel clima, ma è normale che sia così. Esonero? Non ho ancora parlato con nessuno della società". I tifosi non lo vogliono più. 

Il direttore sportivo Stefano Antonelli ha così commentato la partita: "Purtroppo però prendiamo gol alla prima disattenzione e ci disuniamo. Siamo anche un po' sfortunati. Se Caputo avesse capitalizzato l'occasione avuta probabilmente avremmo visto un'altra partita".  Ed ora l'attenzione è tutta per le decisioni del presidente Paparesta. (P.P.)

Serie B: Crotone-Bari 3-0. Il tabellino

BARI (4-3-3) - Donnarumma; Camporese, Ligi, Contini, Salviato; Donati, Defendi, Sciaudone (72' De Luca); Galano (83' Rozzi), Caputo, Stevanovic (64' Wolski). A disp.: Guarna, Filippini, Minala, Sall, Gomelt, Stoian. All.: Mangia.

CROTONE (4-3-3) - Bajza; Zampano, Claiton, Ferrari, Martella (81' Gigli); Salzano (84'Suciu), Minotti, Maiello; Ciano (88' Ricci), Torregrossa, De Giorgio. A disp.: Concetti, Padovan, Sprocati, Oduamadi, Berardocco, Beleck. All.: Drago.

Arbitro: Baracani di Firenze
Marcatori: 20' Ciano, 66' De Giorgio, 90+3' Maiello (C)
Ammoniti: Defendi, Salviato (B) Minotti (C)