Mer25052022

Ultimo aggiornamentoSab, 30 Apr 2022 1pm

Reti inviolate nella partita casalinga del Foggia contro Virgor Lamezia

FOGGIA: Narciso, Bencivenga (83′ Barraco), Agostinone, Agnelli, D’Angelo, Gigliotti, Minotti, Quinto, Bollino (54′ Leonetti), Cavallaro (73′ Sainz-Maza), Sarno. A disp. Micale, D’Allocco, Grea, Sicurella. All. Roberto De Zerbi

VIGOR LAMEZIA: Forte, Spirito, Malerba , (88′ Di Marco), Puccio, Rapisarda, Gattari, Improta (90′ De Giorgi), Scarsella, Held, Papa  (57′ Kostadinovic), Montella. A disp. Mercuri, Battaglia, Voltasio, Catalano. All. Alessandro Erra

AMMONITI: 44′ Gigliotti (FG), 52′ Improta (VL), 86′ Minotti (FG)

ARBITRO: V. Colarossi di Roma

ASSISTENTI: G. De Filippis di Vasto e M. Giuliani di Teramo

Ora la zona playoff si è allontanata di tre lunghezze per il Foggia dopo aver pareggiato in casa contro il Vigor Lamezia. I calabresi sono stati molto bravi a cercare il risultato dal primo sino all'ultimo munito di gioco. Molto agguerriti hanno trovato a Foggia una squadra pronta a combattere e pertanto sono state tante le occasioni da gol per l'una e l'altra parte. Per gli avversari Held avrebbe potuto concludere gli ultimi minuti di gioco addirittura con una doppietta. Per il Foggia da segnalare la sfortunata traversa di Gigliotti nel finale e per la grande occasione di Minotti al 18' del primo tempo. De Zerbi dà colpe al campo e difende i suoi giocatori. “La squadra si è impegnata – situazione confermata anche dalle dichiarazioni di Minotti – ma per le condizioni del campo – afferma De Zerbi - non abbiano potuto esprimere il nostro gioco. La palla era incontrollabile e se non ci è riuscito neppure Minotti vorrà pur significare qualcosa questa situazione”. Se così stanno le cose allora c'è da chiedersi chi avrebbe dovuto preoccuparsi di questi aspetti prettamente tecnici e soprattutto cosa si farà per porre rimedio in vista della prossima partita casalinga.  Bencivenga difende i suoi compagni e il mister: "abbiamo dato il massimo e abbiamo dimostrato di aver giocato bene. C'è mancato il risultato, ma questo fa parte della sfortuna. La cosa essenziale è che non abbiamo assolutamente demeritato e sapremo farci valere con un risultato positivo nella prossima partita". (Paola Guadalupi)